Comparse?

Attori inconsapevoli lasciano tracce indelebili sulla nostra anima, e poi scompaiono. Scelgono di scomparire, o chissà.
Vorrebbero essere dimenticati, probabilmente, come un attore detesta le proprie interpretazioni mal riuscite, così a loro non piace che venga ricordato quel pezzo di vita che hanno in comune con noi.

O magari, invece, sappiamo perfettamente (speriamo?) che, abbandonando in quell’istante, saremo per sempre ricordati, amati, temuti, derisi, sospirati. Accolti con un sorriso.

1 Comment

  • Non credo che si voglia venire dimenticati. Anche nella peggiore delle nostre interpretazioni. Si ha questo desiderio, egoistico, narciso e magari un po’ meschino, di aver lasciato qualcosa, sottopelle, un piccolo centimetro che ci renda unici. Speciali.
    E a volte, semplicemente, si resta solo per un istante, quell’istante, perché più tempo non si poteva avere. Perché non si era coraggiosi abbastanza da prenderne di più.

Che ne pensi? :)